L'idea dinasty of Freedom

L’idea dinasty of Freedom

16 votes

 idea dinasty of freedomL’idea nasce dall’esperienza di 30 anni da imprenditore nel campo Informatico, nello sviluppo Software, nel marketing, e degli ultimi 5 anni di specializzazione in Internet e Network marketing.
Si sviluppa in particolare in questi ultimi anni dalle ceneri di una societa’ corrotta e materialista, dove vincono sempre potere, corruzione e raccomandazioni, oggi peggio di 20 o 30  anni fa.

Questo modo di condurre la societa’ da parte di chi ha il potere, per lo più ottenuto illegalmente con il sistema di scambio, ha portato alla rovina milioni di famiglie italiane, ormai sfiduciate e senza speranza

L’idea e’ quindi quella di voler cercare di porre rimedio a questa tragedia sociale. A prima vista puo’ apparire ambiziosa l’idea di far guadagnare tutti, ma il progetto è costruito in modo solido e duraturo, per cui puo’ farcela e daltronde per sapere se una idea può avere successo occorre realizzarla.
Io ho la consapevolezza che la forza  dell’unione non ha uguali, occorre trovare la leva che riesca ad unire le persone, e ad essere solidali ed etici, anche chi non lo è per natura.. L’ego-ismo e l’avidità hanno spesso il sopravvento su ciascuno di noi!  E sono proprio ego-ismo e avidita’ che hanno creato un mondo basato solo sul materialismo dove il piu’ forte economicamente divora il piu’ debole

Siamo consapevoli che per raggiungere un qualsiasi obbiettivo ci sarà comunque un costo da pagare… ma deve essere il più basso possibile

L’idea di base infatti è quella di costruire una comunità etico-solidale che da virtuale possa trasfromarsi in qualcosa di più tangibile durante una serie di step che devono essere percorsi per poter giungere alla meta finale

Il primo step è senza dubbio il benessere economico per tutti…. una volta raggiunto quello potremo procedere e andare avanti, egoisti e avidi probabilmente si allontaneranno, ma questo ci aiuterà a stabilire un migliore equilibrio.

dinasty of freedom unione e forzaOccorre quindi unire le forze… Per iniziare si parte con una somma sostenibile, una spesa unica per sempre e di cui tutti possano disporre senza sacrificare nulla, e in più che sia anche garantita tutta o in parte in caso di ripensamenti, ma solo con quella piccola spesa, ottenere una rendita mensile sostenibile, che possa anche crescere con il tempo, riducendo al minimo o azzerando le attività da realizzare per poterla mantenere e gestire.

Insomma l’obbiettivo del primo step e’ quello di creare un passivo e un residuale reali e duraturo senza cambiare le proprie abitudini di vita.

Il raggiungimento di questo primo obbiettivo ci permetterà di lavorare per raggiungere anche altri obbiettivi più importanti che riguardano l’essere umano e il tipo di  società in cui vive e di cui si parlerà più avanti dopo aver raggiunto il primo step, per chi vorrà farlo!

Allora per realizzare il primo step occorreva trovare un aggregatore economico convincente e sostenibile che non cadesse nel trappolone dei miraggi di ricchezza promessi e raramente mantenuti dalla miriade di Network e opportuita’ di business che oggi puoi trovare su internet… per saperne di piu’ vedi il Progetto


ˆ
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE